METODOLOGIE DIDATTICHE

I programmi formativi dei nostri percorsi i sono progettati e erogati con un metodo integrato, che prevede un'alternanza di metodologie didattiche di carattere cognitivo e metodologie di carattere attivo-emotivo; gli stessi sono personalizzati e quindi realizzati per soddisfare le esigenze formative specifiche dell’aula. Ampio coinvolgimento dell’aula e riscontro pratico dei contenuti sono i principi metodologici fondamentali sui quali costruiamo i nostri interventi formativi.

La metodologia didattica di carattere cognitivo sarà centrata sul “contenuto” dell’argomento oggetto del corso, quindi lo strumento didattico sarà la lezione frontale per il trasferimento di concetti, metodologie, strumenti di analisi, strategie di intervento ed il ricorso ad aneddoti esempi e casi concreti.

L’auto-apprendimento fuori dall’aula sarà favorito dalla consegna di dispense, slides, articoli, bibliografia, e altro materiale di approfondimento on-line erogato dal docente. In questo caso l’interazione prevalente è quella tra utente e contenuto dell’apprendimento e l’accento è sul contenuto.

La metodologia di carattere attivo-emotivo, avrà invece l’obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso la sperimentazione attiva, con tecniche di gestione attiva dell'aula sviluppando un forte coinvolgimento dei partecipanti attraverso discussioni, confronti in plenaria, esercitazioni pratiche, analisi dei casi, role-playing, simulazioni, studio di Case-History, teamwork, i business game, allo scopo di verificare l'uso delle tecniche e degli strumenti proposti. Si svilupperà una forte l’interazione e una prossemica personale tra docente ed allievi. In questo caso l’accento è sulla “relazione”.

I metodi attivi tendono ad incoraggiare una partecipazione diretta dei soggetti in formazione e favoriscono un costante feed-back all’azione del formatore.

Con queste metodologie si impara facendo esercizi, sperimentando (metodo try and error), si studiano problemi concreti e non astratti, vicini alla realtà operativa dei partecipanti. Si ha la possibilità di discutere attivamente, l’attenzione è rivolta più al metodo per arrivare ad una decisione che non alla decisione stessa, portando il soggetto in formazione, con l’acquisizione di maggiore consapevolezza, ad essere il reale protagonista del processo formativo (da oggetto passivo e soggetto attivo del processo formativo). I metodi attivi favoriscono un processo di self-development del partecipante al corso.

Carattere distintivo dei nostri percorsi formativi autofinanziati è l’utilizzo di strumenti e materiali didattici dall’elevato valore formativo che consentono di vivere in aula una esperienza sul campo simulata (Learnig by Doing):

-Case History analisys (Analisi di casi reali aziendali)

-Simulazioni What

-Esercitazioni di Business game (gestione di casi aziendali; presa di decisioni strategiche e operative;

-Filmati coerenti con l’argomento

-Project work

-Discussioni di gruppo

-Role Playing in un contesto individuale e collaborativo (team work).

 

Sono affrontate situazioni competitive vicino alla realtà e per questo altamente motivanti. Per quanto riguarda i concetti, le teorie e le argomentazioni, sono consegnate :

-Dispense

-Slides in Power Point

-Documentazione e Articoli di approfondimento

-E-book redatti dallo studio con suggerimenti

 

Per le verifiche di apprendimento sono utilizzate questionari con domande chiuse, aperte, miste, a scelta multipla, esercitazioni, creazione di procedure, project work.

Al termine di ogni incontro o modulo sono predisposti strumenti di valutazione, ovvero test, esercitazioni individuali e di gruppo per la valutazione dell’apprendimento di contenuti, concetti, metodologie, comportamenti, abilità, ect, relativi all’argomento trattato.